Alice Orsini e Michele Moretti osteopati per la Nazionale della Romania in rampa di lancio per i Mondiali di Canottaggio

Dalla Scuola
Alice Orsini al lavoro su un’olimpionica dell’otto femminile (record del mondo a Tokyo 2020).

Alice Orsini e Michele Moretti sono due studenti della sede di Bologna della Scuola di Osteopatia AbeOS (Gruppo ICOM Malta HEI). Grazie al protocollo d’intesa tra il Team GAS (Groupe AbeOS for Sport) e la Federazione di Canottaggio della Romania,

Michele Moretti al lavoro sull’olimpionico del 2 di coppia.

hanno ricevuto biglietto aereo e ospitalità nella passata settimana al centro di preparazione del Lago di Snagov (a due passi da Bucarest) che ospita la Nazionale Olimpica di Canottaggio. Tutta la scorsa settimana hanno messo a disposizione le loro mani e il loro razionale osteopatico al servizio dei circa 50 atleti che sono in procinto di lottare per i titoli nel Campionato Europeo in quel di Monaco di Baviera dall’11 al 14 agosto. Hanno così vissuto un’esperienza formidabile di praticare osteopatia applicata allo sport di massimo livello, con l’occasione di trattare molti campioni mondiali, europei e medaglie olimpiche di Tokyo 2020.

L’esperienza inoltre di seguire, insieme allo staff di allenatori, il gesto tecnico (facendo questo dalla barca, a pochi metri dagli atleti) per apprendere dalla pratica la biomeccanica della vogata. Tornati a casa è stata normale una fisiologica nostalgia, visto il vissuto e i i rapporti gratificanti tra osteopati, atleti e staff tecnico. Ora la palla passa al capitano del Team GAS, Marcello Luca Marasco (Direttore Generale di AbeOS)

Michele e Alice insieme alla 5 volte campionessa del mondo Gianina Beleaga

che si recherà a Snagov per gli ultimi trattamenti prima delle regate di Monaco, dove farà assistenza in gara insieme a Iulian Steriu, osteopata rumeno di AbeOS Bologna e collaboratore nella Scuola di Osteopatia O.I.A. (Osteopathic International Academy di Iasi, Romania), istituto gemellato con AbeOS. Grazie a Michele e Alice, alla prossima, ora antenne orientate verso Monaco di Baviera per portare l’osteopatia di AbeOS nell’ennesimo palcoscenico sportivo.


Lascia un commento