L’Osteopatia irrompe a Pratola Peligna grazie al Pink Day

Clinica, Dalla Scuola

È stata una vera onda di persone quella che domenica 30 giugno ha invaso Palazzo Colella, a Pratola Peligna, per ricevere una valutazione e un trattamento di osteopatia in occasione della giornata dedicata alla prevenzione del tumore al seno organizzata dall’associazione Pink Pratola presieduta da Rachele D’Andrea. La scuola di osteopatia AbeOS, che ha un protocollo d’intesa proprio con l’ente pratolano di donne rosa, era uno tra gli enti e i professionisti volontari che hanno costituito il villaggio sanitario nella riuscitissima giornata di domenica. Tutto nettamente oltre le aspettative, fortunatamente AbeOS ha messo in campo una bella squadra di tutor clinici per le sedute di osteopatia: il Direttore Generale Marcello Luca Marasco, le coordinatrici dell’attività di tirocinio (Federica Di Bacco) e della ricerca scientifica (Manuela Di Vito). La gente è stata così tanta che è stato impossibile vedere tutti, in ogni caso sia le persone già trattate, sia quelle che non hanno trovato posto, verranno accolte nella clinica del Campus AbeOS a Raiano per esaudire le necessità di cura. Giova sempre ricordare, soprattutto per quelle istituzioni un po’ più distratte, che la scuola di osteopatia AbeOS quando fa queste iniziative le realizza grazie all’associazione Abe Scientific Association, la stessa che produce ricerca scientifica, la stessa che ha realizzato, in collaborazione con l’Università dell’Aquila, i progetti Rectus 1 e 2 (screening preventivo su 900 studenti di scuola media ed elementare, almeno 800000 € di futuro risparmio di spesa pubblica con una spesa di 7000 € sostenuta sostenuta esclusivamente dall’associazione). Tornando al Pink Day non possiamo esimerci dal complimentarci con l’associazione Pink Pratola, una giornata dove traspirava da ogni angolo la motivazione e la determinazione delle donne Pink, una bella spinta, molto concreta, per sensibilizzare sulla prevenzione del tumore al seno. Ora AbeOS e Pink Pratola avvieranno dopo l’estate la prevenzione dei tumori attraverso l’osteopatia e si avvieranno dei progetti di ricerca per sostenere ed affermare l’equazione “+ osteopatia = – tumori”. La domenica di AbeOS non si è svolta solo a fianco alle Pink Lady, in mattinata Marcello Marasco ha presenziato all’evento L’Albero della Vita, una kermesse molto interessante di informazione, sperimentazione, conoscenza per una sanità e una vita più connessa e integrata alla natura. Il gioiellino del Parco della Libertà di Montesilvano (Pe) è stato il teatro dell’evento, sicuramente da implementare nel futuro. Nota negativa della domenica di AbeOS: le notizie da Assen, Olanda, dove nel gran premio di motomondiale moto2 il centauro marchigiano frequentatore delle cliniche della scuola, Lorenzo Baldassarri, in lotta per il titolo, dopo una rimonta spettacolare va per terra a due giri dalla fine tentando il sorpasso per il 1° posto, dalle stelle alle stalle, ma le gare di moto sono anche questo. Sarebbe stata una domenica pazzesca!

Nella foto (fonte AbeOS): momenti della domenica a Palazzo Colella di Pratola Peligna nello spazio dedicato alle sedute di osteopatia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *