Le Sindache di Sulmona (Annamaria Casini) e di Pratola Peligna (Antonella Di Nino) al momento non hanno ancora risposto alla lettera del Direttore di AbeOS Marcello Luca Marasco per la convocazione al congresso in Croazia delle due giovani osteopate peligne

Senza Categoria

In AbeOS sono ancora in attesa di ricevere la risposta alla lettera che il Direttore Marcello Luca Marasco ha inviato alle due Sindache dei due più importanti comuni della comunità Peligna. La lettera aveva come oggetto la sollecitazione ad un’azione concreta di sostegno da parte delle due amministrazioni, in relazione all’accettazione, in un congresso internazionale, del lavoro di ricerca delle due giovani osteopate peligne Manuela Di Vito e Federica Di Bacco (rispettivamente sulmonese e pratolana) formatesi nella scuola di osteopatia AbeOS, sede di Raiano. Proprio nella clinica del paese delle ciliegie è nata la ricerca che poi, sottomessa al congresso internazionale croato sulla pediatria, è stata accettata. Ad aprile Manuela e Federica voleranno a Dubrovnick per esporre la relazione ai partecipanti al corso. Lo spirito che ha sollevato e sollecitato il Direttore Marcello Marasco con la lettera è quello di un’azione delle istituzioni che aiuta a creare una cultura di autostima del territorio che è premiato internazionalmente. Sappiamo come nella scuola di osteopatia il solo sentire la (troppe volte sentita) frase “valle di lacrime” faccia venire la pellagra. Dalle istituzioni attendiamo (con grande fiducia visto il livello umano delle due Sindache) segnali di energia positiva.