AbeOS e U.S. PESCOCOSTANZO hanno sviluppato una ricerca per la prevenzione degli infortuni nello sci di fondo

Senza Categoria
  • di Ugo Sciullo

Si è tenuto a Roma in data 14/12/2018 l’esame per Maestri di IV Livello Europeo C.O.N.I. nel quale l’allenatore della F.I.S.I. (Federazione Italiana Sport Invernali) Ugo Sciullo (disciplina sci di fondo) ha presentato il risultato della ricerca “Lombalgia in una popolazione di giovani sciatori di fondoValutazione e Approccio osteopatico” svolta in stretta collaborazione tra la Società Sportiva U.S. Pescocostanzo e la Scuola di Osteopatia AbeOS.

La ricerca si è svolta nei mesi di settembre- novembre 2018 ed è stato seguito un rigido protocollo venendo cosi divisa in più fasi:

  1. In prima battuta c’è stata una ricerca sulla letteratura scientifica già esistente per conoscere lo “Stato dell’arte” dell’argomento trattato.
  2. Successivamente è stato sottoposto ai Genitori dei ragazzi un Questionario Anamnestico per conoscere la storia clinica dei ragazzi nei primi anni di vita.
  3. Qui è iniziato il vero lavoro sui ragazzi che sono stati sottoposti ad un Questionario Validato e tradotto in italiano “Questionario per lombalgia in età scolare” [low back pain in a population of school children]
  4. È stata effettuata una Valutazione del rachide eseguendo diversi test.
  5. Gli operatori hanno effettuato un trattamento osteopatico in cieco, quindi senza avere i risultati dei test eseguiti precedentemente, comprensivo di test osteopatici per una durata totale di 30 min.
  6.  Lo stesso protocollo è stato ripetuto dopo 3 settimane.

Dai dati emersi si può ipotizzare:

  • che il peso della cartella scolastica influisca sulla limitata mobilità del tratto dorsale;
  • che la pratica dello sci di fondo non aumenta il rischio di aumentare Lombalgia;
  • che la pratica dello Sci di Fondo a livello agonistico sollecita più la zona delle pelvi e delle anche rispetto alla zona lombare;
  • che il trattamento osteopatico aiuta a prevenire l’insorgere dei problemi evidenziati.

La riuscita del progetto di ricerca è dovuta alla collaborazione tra la U.S. Pescocostanzo e la scuola di Osteopatia AbeOS che hanno trovato rispettivamente la disponibilità a collaborare di atleti, studenti e docenti.

Va sottolineato inoltre il lavoro eccelso dei singoli:

  • il Dott. Marcello Marasco, direttore didattico della scuola di osteopatia AbeOS, con il quale è nata l’idea di portare avanti lo studio
  • il Dott. Angelo Luca Del Vecchio, Responsabile Ricerca e tesi, scuola AbeOS
  •  Federica di Bacco D.O.m R.O.I., responsabile tecnico e membro del Dipartimento di Ricerca e tesi AbeOS
  • la Dott.ssa Anna Mercuri, collaboratrice nel Dipartimento di Scienza dello Sport dell’Istituto di Medicina e Scienza dello Sport – Coni Servizi
  • Ugo Sciullo, allenatore della U.S. Pescocostanzo esaminato nel Corso per Allenatori di IV Livello Europeo C.O.N.I.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *