Ancora gioie per AbeOS: agli Europei di canottaggio junior la Romania è una macchina da medaglie

Sport

Che dire? Non abbiamo ancora finito di gioire per la messe di medaglie conquistate ai Campionati Europei di canottaggio under 23 in Germania che arriva un’altra notizia da urlo. Fine settimana con gli Europei Junior calendarizzati a Belgrado, Serbia e, di nuovo, incredibile prestazione della Nazionale di canottaggio della Romania. Ricordiamo che la Scuola di Osteopatia AbeOS ha un contratto con la Federazione rumena, attivo dal 2018, per l’assistenza osteopatica a tutto il team di circa 90 atleti, quasi 50 olimpici. Rapporto che ha permesso che ci siano stati costantemente (non in questo periodo di coronavirus) i nostri studenti a fare un tirocinio clinico che non sappiamo quanti possano permettersi. E ovviamente al team della Romania di giovarsi di un’assistenza che ha portato a zero gli infortuni tra gli atleti. Ma torniamo a Belgrado dove i giovanissimi canottieri blu/giallo/rossi hanno sbancato. Al termine delle gare sono state sette le medaglie conquistate, ma ben cinque di queste sono del metallo più pregiato, l’oro, e valgono anche il titolo di campione europeo junior 2020. Niente male! Ma qui in AbeOS speriamo non sia ancora finita. La gara europea più importante sta per arrivare, a Poznan in Polonia, tra due week end barche in acqua per gli Europei assoluti dove lo scorso anno vennero raccolte sei medaglie: quattro argenti, un bronzo e lo spettacolarissimo oro con l’imbarcazione dell’otto femminile con timoniere che scavalcò le inglesi negli ultimi 30 metri con l’inimmaginabile frequenza di 50 colpi al minuto, velocità da motoscafo e non da barca a remi. Pelle d’oca solo a ripensarci. A Poznan il nostro Direttore Marcello Luca Marasco sarà presente per l’assistenza agli atleti.

Nella foto di copertina e in quella a fine articolo (fonte: pagina Fb del Comitato Olimpico della Romania): momenti delle gare di Belgrado, il due di coppia maschile ha appena conquistato l’oro. L’otto femminile con timoniere nella gara della finale mentre sta per conquistare la medaglia più preziosa.


Lascia un commento